Articolo di :

Coricelli

Torna Don Matteo in TV, con il nostro concorso a premi

Giovedì 7 gennaio, su Rai Uno alle 21,20, comincia la decima serie della fiction Don Matteo. Con le prime due puntate, di ventisei episodi totali, torna la serie più amata dagli italiani che porta nuovamente Spoleto a essere protagonista della prima serata tv discount levitra online.

In occasione della messa in onda di questa stagione Pietro Coricelli dà il via al concorso “Vinci i luoghi di Don Matteo” che mette in palio 100 weekend per due persone a Spoleto e, a maggio, l’estrazione di una bicicletta per girare in città come il simpatico parroco investigatore.

Per partecipare basta acquistare una bottiglia di olio Pietro Coricelli, tra Olio Extra Vergine di Oliva Fruttato Gran Classe, Olio Extra Vergine di Oliva e Olio Extra Vergine di Oliva 100% Italiano, e inserire i dati dello scontrino su www.coricelli.it,oppure inviando un SMS al numero 329-7118987.

Su questo sito trovate tutte le informazioni e il regolamento completo.

Quest’anno, lungo il percorso narrativo, sono in programma numerose novità e sorprese che ci portano a raccomandare vivamente la visione della serie a tutti coloro che seguono l’azienda con interesse e partecipazione.

Buona visione e a presto!

PIETRO CORICELLI per UNICEF

Il futuro non ha senso se non si pensa ai bambini.

Sostenere #unicef è importante per chi, come noi, ha costruito un’azienda sul valore della #famiglia.

Questa sera l’azienda partecipa all’evento UNICEF a Roma www.dallamusicalavita.it

Chi vuole può inviare un piccolo sms solidale, che vale 2 euro, al 45594 fino al 13 gennaio.

Grazie da Pietro Coricelli!

#coricelli #pietrocoricelli #dallamusicalavita

NOTA STAMPA 10 Novembre 2015

La Pietro Coricelli S.p.A. in riferimento agli articoli pubblicati in data odierna su alcune testate giornalistiche nazionali e locali che riportano di verifiche condotte dalla Procura della Repubblica di Torino a seguito di precedenti analisi pubblicate dalla rivista di consumatori “Il Test” lo scorso maggio 2015 ritiene opportuno precisare quanto segue:

– le verifiche effettuate sia dalla rivista “Il Test” che successivamente dai NAS di Torino su incarico della Procura della Repubblica si fondano esclusivamente su una prova di assaggio del prodotto: tali verifiche, sebbene condotte da assaggiatori professionisti, sono ormai da più parti ritenute insufficienti in quanto trattasi di un metodo di analisi soggettivo, non ripetibile e non riproducibile;

– le risultanze delle analisi pubblicate dalla rivista “Il Test” sono state già da tempo contestate dall’azienda e fatte oggetto di specifica querela presentata presso la Procura della Repubblica di Spoleto. Sul punto – a riprova della sostanziale scarsa affidabilità della prova di assaggio – è curioso notare che le risultanze della rivista “Il Test” si riferivano a nove aziende, due delle quali non vengono tuttavia riportate nel comunicato della Procura della Repubblica ripreso dalle fonti di stampa;

– il lotto oggetto di contestazione, prima di essere posto in commercio, è stato oggetto di accurate analisi, sia da parte dell’azienda, che da parte di laboratori esterni accreditati, che ne hanno confermato la conformità qualitativa.

Tutto ciò premesso la Pietro Coricelli S.p.A. respinge le contestazioni mosse, in particolare nella parte in cui, a mezzo stampa, si riporta falsamente che l’azienda avrebbe posto in commercio “olio di oliva” sotto la dicitura di “olio extra-vergine”, fatto questo che non viene eccepito neppure dalla Procura della Repubblica di Torino la quale si limita, sulla base di metodi di accertamento appunto discutibili, a contestare che l’olio posto in commercio sia “vergine” anziché “extra-vergine”: sul punto l’azienda sta verificando con i propri legali l’opportunità di sporgere querela nei confronti delle relative testate giornalistiche riservandosi di quantificare i danni subiti.
Per ciò che attiene invece le contestazioni mosse dalla Procura della Repubblica di Torino, l’azienda, secondo le modalità ed i tempi previsti dalla legge, produrrà tutte le proprie adeguate contro-deduzioni che non potranno altro che confermare la correttezza della propria condotta e sul punto esprime fin d’ora l’auspicio che le risultanze finali di questa vicenda possano meritare da parte degli organi di stampa la medesima eco mediatica.

In questa sede Pietro Coricelli S.p.A. desidera rassicurare tutti i propri consumatori, e più in generale tutte le parti interessate, che i prodotti da essa posti in commercio in passato, ora, e come sempre sarà in futuro rispettano tutti i più elevati standard di qualità in ossequio alle più stringenti normative in vigore.

La tradizione di famiglia – Pietro Coricelli torna in TV

È programmata per il prossimo 8 Novembre l’uscita del nuovo spot Pietro Coricelli.
Un bel traguardo per l’azienda che si impone sul mercato nazionale con un ambizioso progetto di comunicazione che ha l’obiettivo di promuovere l’identità del marchio di famiglia e la sua diffusione capillare.

Domenica si partirà su RAI PREMIUM con un formato breve, il dieci secondi, in cui sono racchiusi gli elementi chiave della tradizione di famiglia Pietro Coricelli:
il riunirsi a tavola insieme, l’olio extra vergine di oliva al centro e una passione che va avanti ininterrotta dal 1939.

Unico protagonista è l’olio di famiglia. In primo piano, al centro della tavola, le tre bottiglie di OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 100% ITALIANO, OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA e OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA FRUTTATO GRAN CLASSE, così come vuole la tradizione di casa Coricelli che da quasi 80 anni porta sulle tavole dei propri consumatori il sapore unico dei suoi prodotti.

Ma lo spot è solo l’inizio.
Presentato in anteprima nell’autorevole cornice di Expo Milano, il piano di comunicazione 2016 prevede un articolato progetto che oltre a passaggi pubblicitari sulle principali tv digitali e satellitari, vedrà l’azienda impegnata nei primi 4 mesi dell’anno in un’importante iniziativa – ancora top secret – su Rai 1, e poi in attività in store ed un grande concorso nazionale.

Ragù ai funghi e stinco di prosciutto

Ingredienti per 4 persone

200 g di trita di manzo scelta
50 g di piedino di prosciutto crudo
150 g di funghi misti (prataioli, finferli, porcini, etc.)
4 cucchiai di passata di pomodoro
1 carota
1 costa di sedano
½  cipolla dorata
1 foglia d’alloro
1 bicchiere di vino rosso
Noce moscata
Olio Extra Vergine 100% Italiano
Sale e pepe

Preparazione

Tritate finemente le verdure e rosolate in poco olio.

Unite la carne, il prosciutto tritato finemente, i funghi puliti e tagliati e rosolate asciugandola bene. Eliminate il grasso in eccesso e bagnate con il vino, lasciate evaporare, unite la passata di pomodoro e la foglia d’alloro, un pizzico di noce moscata, sale e pepe.

Coperchiate e lasciate stufare per almeno un’ora a fuoco dolcissimo, aggiungendo dell’acqua se dovesse asciugarsi troppo.

A cottura ultimata lessate la pasta al dente, scolate nei piatti individuali e guarnite con il vostro delizioso ragù.